Frattini: A Rosarno non c'erano motivazioni religiose

1' di lettura

Il Ministro degli Esteri italiano, in viaggio diplomatico in Africa, è tornato sulle vicende di Rosarno e in particolare sulle rimostranze fatte oggi dal ministro degli esteri egiziano: "Solo questioni di ordine pubblico e non religiose"

"Assolutamente non c'è nessuno sfondo religioso" nelle violenze che hanno devastato la città di Rosarno: "Tutta l'Italia, e credo tutta l'Europa, ha visto gente dare l'assalto alle case o sfondare e bruciare macchine. Questo non c'entra assolutamente niente con motivazioni religiose, si tratta di una violenza inaccettabile che giustamente è stata respinta dalle forze di polizia". Lo ha affermato il ministro degli Esteri Franco Frattini in viaggio in Mauritania. In particolare, in riferimento alla nota odierna del ministero degli Esteri egiziano.

Leggi tutto