Maroni: "Contro la 'ndrangheta lo Stato c'è"

1' di lettura

Il ministro dell'Interno a SKY TG24 sull'attentato alla procura di Reggio: "Nulla più dell'aggressione al suo patrimonio dà più fastidio"

"In Calabria lo Stato c'e'. Dei 21 latitanti dei 30 super ricercati ben 11 sono stati arrestati in Calabria e sono stati sequestrati beni 7 miliardi di euro in 18 mesi" ai patrimoni della 'Ndrangheta. Lo ha detto il ministro dell'Interno Roberto Maroni, ospite de 'L'Intervista' su SKY TG24, a proposito delle polemiche sull'assenza dello Stato in Calabria sul fronte della criminalita' organizzata dopo l'attentato alla procura di Reggio Calabria. Un gesto, ha aggiunto, "simbolico, ma fortemente violento"  che il governo non sottovaluta, e che deriva dal fatto che "nulla piu' dell'aggressione al suo patrimonio da' piu' fastidio alla  'ndrangheta".

Guarda anche:
Reggio Calabria: bomba davanti al Tribunale
Bomba a Reggio, una donna nel video dell'attentato
Reggio Calabria: nuove risorse per combattere la criminalità
Ordigno a Reggio Calabria: si tratta di un petardo
Reggio Calabria, bomba davanti al Tribunale
Bomba a Reggio, Napolitano: sostegno ai magistrati
Reggio, un video con la targa degli attentatori
Reggio Calabria, la risposta dello Stato all'attentato
Pignatone: "La N'drangheta è sottovalutata"

Leggi tutto