Inchiesta Del Turco, rapporto Nas rovescia accuse

1' di lettura

Colpo di scena nello scandalo sanità Abruzzo, che, un anno e mezzo fa, decapitò i vertici regionali a partire dal governatore. Un dossier del 16 giugno 2008 rivela che fu l'accusatore Angelini a compiere truffe a danno della sanità regionale

Svolta inaspettata nel caso Del Turco a seguito di un rapporto riservato dei Nas, datato 16 giugno 2008, nel quale viene evidenziata una serie di presunte truffe alla sanità regionale consumate nelle cliniche di Vincenzo Angelini, colui, cioè, che aveva accusato l'ex governatore dell'Abruzzo di aver preteso mazzette milionarie. Ma non è questo l'unico elemento sensazionale del dossier, antecedente di un mese all'arresto di Del Turco. Viene infatti anche documentato che la giunta regionale, sospettando una gestione troppo disinvolta, stava tagliando drasticamente i fondi all'imprenditore. D'altra parte, nonostante le due proroghe alle indagini, il presunto tesoro all'estero di Del Turco non è stato mai individuato. Pur soddisfatto di questo colpo di scena, l'ex governatore, che si è sempre proclamato innocente, non nasconde l'amarezza per essere stato lasciato solo.

Guarda anche:
Scandalo tangenti, Del Turco: "Solo menzogne"
Angelini tira in ballo anche Fassino
Angelini conferma le accuse a Del Turco

Leggi tutto