L'Aquila festeggia "i figli nati dal terremoto"

1' di lettura

Hanno chiamato così i tanti piccoli, nati nel capoluogo abruzzese a nove mesi dal sisma. Ai nostri microfoni alcune storie e commenti del reparto cittadino di neonatologia

Terremoto in Abruzzo. VAI ALLO SPECIALE
L'Aquila prima e dopo il sisma: guarda tutte le foto 

Sono tanti i piccoli nati nel capoluogo abruzzese a nove mesi dal sisma. Li hanno chiamati i "figli nati dal terremoto". Sono 332, in tutto, i bambini, che hanno visto la luce a L'Aquila dal giugno al dicembre 2009, mentre è Manuel il primo nato dell'anno nella città gravemente colpita dal terremoto. Com'è stato detto ai nostri microfoni, sono moltissime le future mamme che sono volute tornare a L'Aquila per partorire. Gioia ma anche grande trepidazione per il futuro, come ha detto ai nostri microfoni Gabriele Iagnemma, ginecologo dell'ospedale "San Salvatore".

Guarda anche:

Abruzzo ieri e oggi: l'album fotografico
Bertolaso: L'Aquila è il più grande cantiere d'Italia
Terremoto in Abruzzo: "Dove passeremo l'inverno?"
Vai allo Speciale Terremoto in Abruzzo
Abruzzo, in 5 mesi dalle tendopoli alle prime case di legno

Leggi tutto