Body scanner anche negli aeroporti italiani

1' di lettura

Il ritorno della minaccia del terrorismo ha fatto alzare la soglia di attenzione in tutto il mondo. Il ministro degli Esteri Frattini sui body scanner: "Servono anche se si sacrifica la privacy". Anche i passeggeri si dicono favorevoli. GUARDA LE FOTO

Il ministro degli Esteri Franco Frattini comprende il "sacrificio" per la privacy dei body scanner negli aeroporti, ma sottolinea come questi siano "lo strumento più sicuro" contro i terroristi. Senza contare che "il diritto alla sicurezza è precondizione di tutte le libertà". Frattini fa poi notare che rispetto al 2001 dobbiamo sentirci "più sicuri", ma bisogna anche "attrezzarsi meglio" perché i terroristi cercano mezzi sempre più sofisticati per portare a termine i loro attacchi. Anche i passeggeri, ai microfoni di SKY TG24 si dicono favorevoli all'utilizzo dei body scanner.

Guarda anche:
Terrorismo, più controllo negli aeroporti italiani
Paura e caos nello scalo di Newark
Yemen: Usa e GB chiudono le ambasciate
Gli Usa pensano a rappresaglia nello Yemen
Fallito attentato sul volo Amsterdam-Detroit
Obama: lotta al terrore. Ma negli Usa cresce la paura
La testimonianza del regista olandese, che ha bloccato il terrorista
Allarme terrorismo, Obama convoca i vertici della sicure

 

Leggi tutto