Droga, sequestrati 10 chili di cocaina in whisky e vongole

1' di lettura

La Guardia di finanza ha arrestato all'aeroporto di Fiumicino cinque corrieri, affiliati a grosse organizzazioni di narcotrafficanti sudamericani, trovati in possesso di polvere bianca nascosta in bottiglie di liquore e confezioni di cibo

La Guardia di finanza ha sequestrato dieci chili di cocaina e arrestato cinque corrieri affiliati a grosse organizzazioni di narcotrafficanti sudamericani all'aeroporto di Fiumicino. Singolari le modalità per nascondere lo stupefacente utilizzate dai narcotrafficanti.
La droga era abilmente confezionata, tanto da sfuggire all'occhio più esperto, all'interno di bottiglie di Whisky, confezioni di vongole sottovuoto, stecche di cioccolato e in una consolle per videogiochi perfettamente funzionante.

La droga era stata anche inserita nella fodera di un cappotto e addirittura all'interno di forme di formaggio e tipiche caciotte sudamericane. A tradire i corrieri, in alcuni casi, è stato il fiuto di 'Saro' e di 'Macao', i pastori tedeschi in servizio presso lo scalo. Dalle analisi chimiche, immediatamente effettuate, la droga è risultata essere eccezionalmente pura e idonea a ricavare, tagliata con altre sostanze, almeno 50.000 dosi per un valore complessivo, allo spaccio, pari a 1.800.000,00 euro.
I cinque corrieri, tre rumeni e due sudamericani, provenienti da Caracas e da Buenos Aires sono stati individuati e fermati in collaborazione con lo SVAD dell'Agenzia delle Dogane.
Arrestati per traffico internazionale di stupefacenti, sono stati poi trasferiti nel nuovo complesso penitenziario di Civitavecchia, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Il bilancio dell'attività antidroga per il 2009 a Fiumicino ha condotto, complessivamente, all'arresto per violazione delle norme sugli stupefacenti di 140 persone e al sequestro di oltre 500 kg. di droghe pesanti, prevalentemente cocaina.

Leggi tutto
Prossimo articolo