Sicurezza area, esplosivi rilevabili solo con scanner

1' di lettura

Dopo il fallito attentato sul volo Amsterdam-Detroit della Delta Airlines, si è preso atto che alcuni tipi di materiale per confezionare ordigni non sono visibili ai controlli. Per individuarli occorrono macchinari molto costosi

Il fallito attentato a Detroit: le foto  

Il fallito attentato sul volo Amsterdam-Detroit della Delta Airlines ha messo in luce quanto sia vulnerabile il sistema di sicurezza del trasporto aereo mondiale. Autentico cavallo di Troia, al riguardo, tipi di esplosivo, non visibili ai controlli. Le normali macchine a controllo radiogeno, infatti, presenti nella maggior parte degli aeroporti europei non sono in grado di evidenziare con certezza piccole quantità di polvere o liquido nascosti sul corpo. Ne sono valida riprova la boccetta e la siringa piena di esplosivo, che, nascoste nella biancheria intima dell'aspirante attentatore nigeriano sul volo Delta, sono passae indenni ai varchi di controllo. Per scoprirle, secondo gli esperti, sarebbe servita un'accurata ispezione manuale o, meglio ancora, l'utilizzo di macchinari molto più sofisticati nonché costosi come gli sniffer e gli scanner corporali, già utilizzati in molti scali statunitensi.  Il costo di un singolo macchinario sarebbe di un milione di dollari, ma la sicurezza dei controlli salirebbe al 100%.

Guarda anche:
Fallito attentato sul volo Amsterdam-Detroit
La testimonianza del regista olandese, che ha bloccato il terrorista
Andrea Nativi parla della sicurezza aerea
Vito Riggio parla delle misure di controllo negli scali
Intensificate le misure di controllo a Malpensa

 

Leggi tutto