Guido Bertolaso: "Mi è stato chiesto di restare, accetto"

Il capo della Protezione civile, Guido Bertolaso
1' di lettura

Il capo della Protezione civile in un messaggio sul web scrive: "Mi è stato chiesto di restare per passare le consegne con ordine e metodo. Ho accettato volentieri accantonando per qualche mese" ancora l'idea di lasciare

"Pensavo, con i primi del prossimo anno, di andare in pensione. Mi è stato chiesto di restare, per aiutare a definire l'assetto della nostra piccola flottiglia, per passare le consegne con ordine e metodo, per chiudere le partite iniziate e ancora in via di conclusione, per aiutare chi si assumerà le varie responsabilità in gioco a farlo nel modo più semplice e lineare". A scriverlo è il capo della Protezione civile, Guido Bertolaso, in un messaggio di auguri sul sito del dipartimento.

"Ho accettato volentieri - si legge nel messaggio - accantonando per qualche mese ancora il mio desiderio di lasciare spenti, almeno ogni tanto, almeno di notte, i telefoni che mi impongono da otto anni e più ritmi e contenuti delle mie giornate, perché penso che il prossimo futuro sia ricco di cose positive, interessanti e importanti tanto da meritare da parte mia un rinvio della decisione che ho preso".
Nel messaggio Bertolaso rivolge i suoi auguri di "pace e serenità" soprattutto alle persone che hanno sofferto e anche a chi "non sopporta che la Protezione Civile sia quello che sia, realizzi ciò che a molti non riesce pur senza l'assillo dell'urgenza, assuma impegni che paiono sfide impossibili e li mantenga".

Guarda anche:
La classifica dei personaggi del 2009: Betolaso al terzo posto
Il 2009 raccontato, giorno dopo giorno, foto dopo foto

Leggi tutto
Prossimo articolo