Delitto di Perugia, per Guede pena ridotta a 16 anni

1' di lettura

La Corte d'assise d'appello di Perugia ha ridotto da 30 anni a 16 anni la pena inflitta all'ivoriano Rudy Guede, di 23 anni, dichiarato colpevole anche in secondo grado dell'omicidio di Meredith Kercher. Il giovane: non sono contento, sono innocente

MEREDITH, L’ALBUM FOTOGRAFICO   

La Corte d'assise d'appello di Perugia ha ridotto da 30 anni a 16 anni la pena inflitta all'ivoriano Rudy Guede, di 23 anni, dichiarato colpevole anche in secondo grado dell'omicidio di Meredith Kercher, avvenuto nella città umbra nella notte tra il primo e il 2 novembre 2007. Il processo è stato definito con rito abbreviato. All'imputato sono state concesse le attenuanti generiche, equivalenti alle aggravanti che gli erano contestate. Per l'omicidio della studentessa inglese sono stati condannati in primo grado, il 5 dicembre scorso, anche Raffaele Sollecito e Amanda Knox, rispettivamente a 25 anni e 26 anni di reclusione.
"Non sono contento perché sono innocente" ha detto Rudy Guede uscendo dall'aula dopo la lettura della sentenza.

Il 18 novembre, l termine di una lunga dichiarazione spontanea fatta davanti alla Corte d'Assise di appello di Perugia, che lo processa per l'omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher, il giovane ivoriano dichiarava: "Voglio far sapere alla famiglia Kercher che non ho ucciso né violentato la loro figliola. Non sono quello che le ha tolto la vita".

Guarda anche:

A SKY TG24 i genitori di Amanda: nostra figlia è sconvolta
La famiglia di Meredith: siamo soddisfatti dal verdetto
Omicidio Meredith, Hillary Clinton: incontrerò chi ha dubbi
Le tappe del caso Meredith Kercher 

 

Leggi tutto