Berlusconi ha lasciato l'ospedale San Raffaele

silvio berlusconi
1' di lettura

Il presidente del Consiglio è apparso sorridente e ha salutato i giornalisti con un gesto della mano. Il premier è stato dimesso dopo una notte tranquilla. Ha affermato "Se cambiano i toni della politica il mio dolore non sarà stato inutile"

BERLUSCONI AGGREDITO, L'ALBUM FOTOGRAFICO

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha lasciato l'ospedale San Raffaele di Milano alle 11.50, attraverso l'uscita di Via Olgettina. Il premier è apparso sorridente, salutando i giornalisti con un gesto della mano. Sul volto del premier evidenti fasciature all'altezza del naso e della guancia.
Il premier è stato dimesso dopo "una notte tranquilla e  senza dolori", come ha detto il suo medico personale e primario  del San Raffaele, Alberto Zangrillo, ed è diretto alla sua  residenza di Arcore.


"Se cambiano i toni della politica il mio dolore non sarà stato inutile". Lo ha affermato Silvio Berlusconi uscendo dall'ospedale San Raffaele. "Mi rimarranno due cose come ricordo di questi giorni: l'odio di pochi e l'amore di tanti, tantissimi, italiani. Agli uni e agli altri faccio la stessa promessa: andremo avanti con più forza e più determinazione di prima sulla strada della libertà. Lo dobbiamo al nostro popolo, lo dobbiamo alla nostra democrazia, nella quale non prevarranno nè la violenza delle pietre, nè quella peggiore delle parole. In questi giorni ho sentito vicini anche alcuni leader politici dell'opposizione".

Silvio Berlusconi è stato ricoverato per 4 giorni nell'ospedale milanese, dove è giunto domenica sera subito dopo l'aggressione di cui è stato vittima in piazza del Duomo. Il premier dovrà astenersi da attività pubbliche per una quindicina di giorni, così come gli ha prescitto il suo medico curante Alberto Zangrillo, anche se il premier ha continuato a lavorare pure durante la degenza

Guarda anche:

Massimo Tartaglia resta in carcere
Maroni frena: nessuna legge speciale per il web

Berlusconi: le immagini dell'aggressione
Berlusconi: grazie per l'affetto, l'amore vince sull'odio
Tartaglia invia lettera di scuse a Berlusconi

 

Leggi tutto