Arresto Nicchi, indagini su materiale trovato nel covo

1' di lettura

Dopo la cattura del numero 2 di Cosa Nostra, inizierà l'esame dei cellulari, del pc e dei pizzini, nascosti all'interno dei pacchetti di sigarette, alla ricerca dei segreti del superlatitante

Comincerà probabilmente dal computer la ricerca dei segreti di Giovanni Nicchi, il boss 28enne arrestato il 5 dicembre a Palermo e accreditato come il numero 2 di Cosa Nostra. Nel covo palermitano del superlatitante, infatti, gli investigatori hano trovato cellulari e un pc. Nicchi comunicava con i suoi complici anche attraverso i classici pizzini, nascosti all'interno di pacchetti di sigarette. Gli inquirenti definiscono il materiale trovato nel covo di "grande interesse".

Leggi tutto
Prossimo articolo