Sentenza Perugia, le speranze del padre di Raffaele

1' di lettura

Dopo la condanna del figlio a 25 anni per l'omicidio di Meredith Kercher, Francesco Sollecito non si dice né deluso né rabbioso ma semplicemente ricco di fiducia nel ricorso all'appello

Voce leggermente venata dalla commozione quella del padre di Raffaele Sollecito che, raggiunto telefonicamente da SKY TG24, ha espresso il suo rammarico per il rifiuto, ai legali del figlio, di poter visionare le perizie sugli elementi tecnici prodotti. Per il resto né delusione né rabbia per la sentenza emessa ma unicamente speranza nel ricorso all'appello. Nulla da esprimere, poi, sullo stato d'animo proprio e di Raffaele, in quanto "si può facilmente capire quale esso sia". Con tutta probabilità Francesco Sollecito potrà vedere il figlio mercoledì prossimo.

Leggi tutto