Procuratore Palermo: "Stroncata la carriera di Nicchi"

1' di lettura

Francesco Messineo commenta con enorme soddifazione la cattura del superlatitante e spiega che il boss doveva diventare il capo dei capi di Cosa Nostra in città

Francesco Messineo, procuratore capo di Palermo, commenta con enorme soddifazione la cattura del giovane superlatitante Giovanni Nicchi e spiega che il boss doveva diventare il capo dei capi di Cosa Nostra in città: "Stava facendo una carriera velocissima e molto promettente e presto avrebbe avuto il comando di Palermo".

Guarda anche:

Doppio colpo alla Mafia, in manette due superlatitanti
Il commento di Silvio Berlusconi agli arresti
Il direttore del Servizio centrale operativo della Polizia di Stato: il ritratto di Nicchi
Il capo della squadra mobile di Milano: Fidanzati era ricercato da sei mesi
Mafia, Spatuzza: "Sapevo chi ci doveva aiutare: Dell'Utri e Berlusconi

 


Leggi tutto