Cosa respirano davvero i milanesi?

1' di lettura

Il quesito è al centro dell'inchiesta sull'inquinamento a Milano realizzata dai filmmaker di Current per la serie italiana Vanguard. Guarda l'approfondimento sulla salute dell'aria del capoluogo lombardo

GUARDA IN FONDO ALL'ARTICOLO TUTTE LE PUNTATE DI VANGUARD ITALIA

Morte dell’aria a Milano; Milano città killer; A Milano si muore di smog; A Milano record d’inquinamento europeo; A Milano tira una brutta aria’. Sono solo alcuni dei più recenti titoli di giornale che attestano l’emergenza inquinamento nella città meneghina, da decenni impegnata contro l'inquinamento e nonostante cioò tra le peggiori città d'Europa per qualità dell'aria. Di fronte ad un rischio così alto come si sta muovendo l'amministrazione locale?

Il quesito è al centro dell’inchiesta sul campo Inquinamento a Milano realizzata dai filmmaker di Current.it per la serie italiana Vanguard, canale 130 di SKY.

Si parte dai dati: ogni giorno 73 accessi nei pronto soccorso hanno come causa disturbi "potenzialmente correlabili all’inquinamento"; in due anni i casi sono stati 53.514.
Tosse, asma, bronchiti, polmoniti, attacchi di cuore, ictus. Nonostante l'amministrazione locale abbia negli ultimi anni promosso varie iniziative a favore della diminuzione delle polveri sottili (PM10), i dati dimostrano che la situazione resta critica.
L'allarme lanciato dai medici è chiaro. Le notizie molto più preoccupanti di quanto si crede: rischi di trombosi per la vicinanza a vie trafficate, salute dei bambini compromessa dalla polveri sottili ma anche controlli inefficaci, monitoraggi dell'ARPA di dubbio valore.

Per capire cosa si può fare per cambiare davvero la situazione, la puntata Vanguard rapporta Milano ad altre città europee. Londra, ad esempio, un'altra capitale spesso associata al grigio e allo smog. Bene, la capitale inglese si rivela un ottimo modello da seguire per le politiche di sostenibilità urbana e trasporti nell’aria urbana.

Inoltre, la serie Vanguard ha realizzato una delle ultime interviste a Edoardo Croci in veste di Assessore alla Mobilità, Trasporti e Ambiente di Milano. Lui, l'artefice dell'Ecopass, proprio mentre Milano superava nuovamente i livelli di PM10, domenica 15 novembre 2009, su annuncio del sindaco Moratti viene sostituito all’assessorato dal Paolo Massari a seguito di forti critiche interne alla maggioranza.

Che fine farà l'Ecopass e l'insieme di misure che Croci rivendica nell'intervista? La bocciatura di una politica ambientale che aveva intrapreso una strada nella lotta allo smog ripropone la necessità di riflettere sul ruolo del pubblico nella tutela della salute e dell'ambiente. L'ultima contraddizione di un ambientalismo fatto troppo spesso di sole parole.

Vanguard Italia sarà un approfondimento sulla salute dell'aria a Milano, sui problemi cronici dei trasporti nell'area urbana e su cosa si potrebbe fare per cambiare davvero la situazione.

IL VIDEO CON LA SECONDA PARTE DELL'INCHIESTA SULL'INQUINAMENTO




GUARDA TUTTE LE PUNTATE DI VANGUARD ITALIA

Leggi tutto