Processo Meredith, gran finale di commozione e ironia

1' di lettura

In aula Sollecito ha ribadito la propria innocenza e ha affermanto: "Spero che il colpevole confessi". Il pm Comodi ha replicato con la favola dei tre porcellini alla citazione della canzone di Sergio Endrigo fatta dalla Bongiorno

IL DELITTO DI MEREDITH, L'ALBUM FOTOGRAFICO


Il processo per la morte di Meredith Kercher sta arrivando alle battute finali, tra la commozione delle dichiarazioni spontanee di Raffaele e dell'arringa della Difesa e l'ironia dell'Accusa. Sabato i giudici entreranno in camera di consiglio. In aula Raffaele Sollecito ha rilasciato una dichiarazione spontanea ribadendo la propria innocenza. Il pm Manuela Comodi concludendo le sue repliche ha paragonato la casa di paglia e quella di legno, abbattute con un soffio dal lupo, alle difese di Amanda Knox e Raffaele Sollecito e quella in mattoni "che resiste a tutti gli attacchi" all'accusa.

Guarda anche:

Raffaele Sollecito: ridatemi la vita, non l'ho uccisa io

L'arringa show di Giulia Bongiorno, legale di Raffaele Sollecito
La dichiarazione spontanea dei Raffaele Sollecito: "Ridatemi la vita, non l'ho uccisa io"
Meredith, il pm: "Basta accusare Rudy Guede"
Il legale di Amanda Knox: "Ridatele la vita"
I genitori di Amanda a SKY TG24: "Nessuna prova"

Rudy Guede: non ho ucciso né violentato Mez

Meredith, il video integrale dell'interrogatorio di Amanda
Meredith, il controinterrogatorio di Amanda
Processo Meredith, il pm: "Basta accusare Rudy Guede"

Meredith, in un videoclip le sue ultime immagini

Leggi tutto
Prossimo articolo