Influenza A: casi dimezzati in Italia

1' di lettura

Secondo l'Istituto superiore della sanità negli ultimi sette giorni l'incidenza del virus H1N1 nel nostro paese si è ridotta del 50 per cento

Il virus dell'influenza A sembra ormai in decisa ritirata nel nostro paese. Nell'ultima settimana infatti l'incidenza del contagio si e' quasi dimezzata, passando da 11,19 casi ogni mille persone a 6,64, ossia "appena" 384.900 nuovi casi in sette giorni (erano stati 671.000 la settimana precedente). Sono i dati del rapporto settimanale della rete di sorveglianza Influnet dell'Istituto Superiore di Sanità, riferito alla 48ma settimana dal 23 al 29 novembre. Molto scesa l'incidenza anche per le fasce di età più colpite: per i bambini da 0 a 4 anni e' passata da 26,08 a 17,44 casi per mille; nell'età da 5 a 14 anni è addirittura precipitata, da 36 a 17,79 casi per mille. Rimane bassa tra i 15-64enni (4,41) e gli over 65.

Netto calo del contagio in tutte le regioni: la più colpita, si legge nel bollettino dell'Iss, è la Sardegna, con 32,16 casi ogni mille assistiti, seguita dalle Marche con 25,31 casi per mille. Sopra la media nazionale anche il Friuli (15,08 casi per mille) e l'Abruzzo (10,72), mentre le regioni più "immuni" al contagio sono la Lombardia (3,37 casi per mille), la Calabria (3,20) e, fanalino di coda, la Toscana (appena 2,91 casi per mille). Con i 384.900 nuovi casi registrati nell'ultima settimana, il numero totale degli italiani colpiti dal virus H1N1 sale cosi' a 3 milioni 449 mila, ancora molto inferiore alla media delle influenze stagionali negli anni precedenti.

Per l'influenza A "siamo già oltre il picco, l'andamento è in discesa clamorosa". Lo ha affermato il viceministro per la Salute, Ferruccio Fazio a margine della Conferenza Stato-Regioni. "Questo picco - ha aggiunto Fazio - è sceso ed è stato superato ma alcune pandemie, come quelle del 1918 e del 1968 hanno mostrato più picchi. Il picco e' in discesa ovunque - ha aggiunto - tranne che  in Sardegna e in Friuli Venezia Giulia. Nell'ultima settimana i  casi sono stati 400 mila, la settimana precedente ce n'erano  stati 700 mila. La mortalità è bassissima ed è dello 0,003 per mille".



INFLUENZA A, VAI ALLO SPECIALE

Guarda anche:

Influenza A: il virus è mutato anche in Italia
Cinque regole d'oro contro il virus
Ecco quando vaccinare i bambini
Nuova influenza, il vademecum
Conologia della pandemia. E della schizofrenia
H1N1, non ci sono segni per individuare il virus
Influenza A, ogni giorno il bollettino del governo
La polemica: l'italia impreparata contro la pandemia

Leggi tutto
Prossimo articolo