Disastro Viareggio, dopo 5 mesi è calato il silenzio

1' di lettura

A 150 giorni dalla tragedia, in cui morirono 31 persone, ancora nessun indagato. Il governo ha stanziato 15 milioni di euro, ma ne mancano ancora tanti. Per non dimenticare SKY TG24 Pomeriggio ha dedicato l'edizione odierna al dramma del 29 giugno

Quando il 29 giugno scorso si diffuse la notizia che via Ponchielli a Viareggio era stata completamente rasa al suolo a seguito del deragliamento di un treno merci e dell'esplosione di un vagone contenente gas gpl, l'Italia intera sembrò fermarsi e stringersi solidale intorno alla cittadinanza prostrata. Ben trentuno le vittime della deflagrazione senza contare palazzine, aziende e uffici in macerie. Tante, al contempo, le promesse da parte della classe politica. Eppure tanta compartecipazione non durò che l'espace d'un matin. Il governo ha stanziato 15 milioni di euro ma ne servirebbero almeno altri dieci. Ma veramente drammatica è l'assenza di qualsiasi indagato a ben 150 giorni dall'apocalisse viareggina. Per non dimenticare ancora l'edizione odierna della rubrica SKY TG24 Pomeriggio, condotta da Paola Saluzzi, è stata dedicata al disastro con interviste toccanti ai parenti delle vittime e al sindaco di quella che, pur sempre, resta la "perla del Tirreno".

Leggi tutto
Prossimo articolo