Cosentino, giunta Camera dice no a richiesta arresto

1' di lettura

Il caso del deputato accusato di concorso esterno in associazione mafiosa non è comunque chiuso. La procedura di autorizzazione approderà in aula entro il 10 dicembre

La giunta per le autorizzazioni di Montecitorio ha detto no alla richiesta di arresto nei confronti del sottosegretario all'economia Nicola Cosentino, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa. La decisione della giunta non chiude però la procedura di autorizzazione. La delibera approderà in aula entro il 10 dicembre, termine ultimo - da regolamento - entro il quale devono essere esaminate le richieste di arresto per un deputato.

Guarda anche:
Cosentino insiste: resto il candidato del Pdl
Cosentino: il pentito che mi accusa non è attendibile
Cosentino, le accuse del Gip: aveva i voti dei Casalesi
Berlusconi: su Cosentino non intendo intervenire

Leggi tutto
Prossimo articolo