Cucchi, trovate nuove lesioni non riscontrate prima

1' di lettura

Arrivano i primi risultati degli accertamenti disposti dalla procura di Roma sul corpo del 31enne, riesumato giovedì scorso. Il giovane colpito anche al cranio e alla mandibola

Traumi recenti, non registrati dalla precedente autopsia: lesioni al cranio e alla mandibola, sarebbero state riscontrate sul corpo di Stefano Cucchi, a seguito del primo esame eseguito dopo la riesumazione. Confermate le fratture alla colonna vertebrale e le lesioni alle mani. Ma il lavoro non è finito; occorreranno esami istologici, Tac, risonanza magnetica e altre indagini per valutare, ad esempio, quei segni sul corpo che sembrano bruciature, per fare luce insomma sulla morte di Cucchi, arrestato una settimana prima per droga. Traumi recenti, non registrati dalla precedente autopsia: lesioni al cranio e alla mandibola, sarebbero state riscontrate sul corpo di Stefano Cucchi, a seguito del primo esame eseguito dopo la riesumazione. Confermate le fratture alla colonna vertebrale e le lesioni alle mani. Ma il lavoro non è finito; occorreranno esami istologici, Tac, risonanza magnetica e altre indagini per valutare, ad esempio, quei segni sul corpo che sembrano bruciature, per fare luce insomma sulla morte di Cucchi, arrestato una settimana prima per droga.

Guarda anche:
Cucchi, il supertestimone dai pm: "Ho sentito ma non visto il pestaggio"
Cucchi, la difesa dei medici: "E' stata morte naturale"
Cucchi, gli utenti di Facebook scrivono a Napolitano
Cucchi, un arresto e pochi giorni per morire

Cucchi, le foto CHOC
Cucchi, le ultime foto da vivo

Leggi tutto