Camorra, sequestrati beni per 50 mln ai Casalesi

1' di lettura

E' il tesoro dei boss delle cosche Farina-D'Albenzio, attive a Maddaloni, Caserta e comuni limitrofi. Un patrimonio, quello confiscato, fatto di beni mobili e immobili, quote societarie e conti correnti

Beni per un valore di oltre 50 milioni di euro sono stati sequestrati dai carabinieri del Comando provinciale di Caserta a numerosi affiliati e fiancheggiatori del clan Farina-Martino-Micillo, attivo a Maddaloni, Caserta e comuni limitrofi. Il provvedimento è stato emesso dal gip del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Procura. Le indagini, che hanno portato al sequestro di beni mobili e immobili, quote societarie e conti correnti, costituiscono un ulteriore filone alle attività che hanno portato alla disarticolazione del sodalizio maddalonese.

Leggi tutto
Prossimo articolo