Caso Marrazzo, si va verso l'ipotesi di omicidio per Cafasso

Gianguerino Cafasso, il pusher dei transessuali che gravitavano nella zona di via Gradoli
1' di lettura

Si era ipotizzata un’overdose di cocaina per l'uomo morto il 12 settembre scorso. Era stato indicato come colui che girò il video che ritraeva l'ex presidente della Regione Lazio in compagnia del trans Natalie

Gli inquirenti aspettano i risultati delle indagini scientifiche sul pc della trans Brenda, coinvolta nella vicenda Marrazzo e ritrovata carbonizzata nella propria abitazione. La scientifica ha bisogno di almeno una settimana. Intanto potrebbe essere rubricato a breve con l'ipotesi di omicidio volontario il fascicolo sulla morte di Gianguerino Cafasso, il pusher del caso Marrazzo, indicato dai carabinieri infedeli come colui che girò loro il video che ritraeva l'ex presidente della Regione Lazio in compagnia del trans Natalie. La procura della Repubblica di Roma aveva per ora rubricato il fascicolo sulla morte del trentaseienne di origine salernitana, avvenuta per arresto cardiaco dopo una presunta overdose di cocaina, come "atti relativi". Il procuratore aggiunto di Roma Giancarlo Capaldo, in relazione anche alle indagini sulla morte del trans Brenda, e dei legami tra Cafasso e la stessa trans, ha ordinato un approfondimento degli esami tossicologici eseguiti dopo l'autopsia svolta dopo il 12 settembre scorso data del decesso di Cafasso che nell'inchiesta Marrazzo contattò una giornalista del quotidiano "Libero" per commercializzare il video di Marrazzo.

Un primo esito della consulenza tossicologica, e soprattutto, riferiscono fonti giudiziarie sulle "modalità"' dell'assunzione della dose che fu fatale al pusher e 'protettore' di molti trans a Roma, è già in possesso degli inquirenti. Nei prossimi giorni la fine misteriosa di Cafasso sarà più chiara a chi indaga dopo la consegna della consulenza. La procura ha risentito ancora una volta Jennifer, il trans che aveva un legame con Cafasso e che fu testimone della sua morte avvenuta in un albergo ad ore sulla Salaria.

GUARDA ANCHE:

BRENDA: L'ALBUM FOTOGRAFICO


Le presidentesse dell'associazione Libellula e di Gay Project: "Le trans sanno ma non parlano per paura"

Leggi tutto