Brenda, si cerca il cellulare. La vicina: era minacciata

1' di lettura

L'autopsia ha confermato che la trans è morta per asfissia. Salvi i file sul computer trovato nel lavandino. Maria, la vicina di casa a SKY TG24 dice: "Era un viavai, entravano ad ogni ora con le chiavi. Non credo al suicidio". FOTO, VIDEO, DICHIARAZIONI

BRENDA: L'ALBUM FOTOGRAFICO

Proseguono le indagini sulla morte di Brenda. Gli investigatori sono alla ricerca di un telefonino cellulare utilizzato dalla transessuale. Un altro cellulare le era stato rubato l'8 novembre scorso. L'autopsia compiuta sul cadavere di Brenda ha confermato che il decesso è avvenuto per asfissia da ossido di carbonio che si è sprigionato nell'incendio divampato nella sua abitazione. La tac ha anche evidenziato che sul corpo della trans non sono presenti lesioni. Occorreranno giorni prima di sapere i primi risultati delle indagini della Scientifica. Per ora le ipotesi restano due: un omicidio o un tragico incidente.





Guarda anche:
Brenda, la transessuale coinvolta nel caso Marrazzo
Brenda, parla China: "Aveva foto compromettenti"

Leggi tutto