Brenda, parla l'amico: aveva foto compromettenti

1' di lettura

China, che si definisce il suo "confidente", rivela che la transessuale trovata morta nella casa di via Due Ponti dove abitava prendeva psicofarmaci. Ma assicura: "Non si è suicidata. Forse è stato un incidente"

BRENDA: L'ALBUM FOTOGRAFICO

Sarà l'autopsia a chiarire le cause della morte della trans Brenda. La procura indaga per omicidio volontario. "Non si è suicidata", è sicuro China, amico intimo di Brenda mentre risponde alle domande dei giornalisti. "Forse è stato un incidente forse un mozzicone di sigaretta. Brenda beveva molto e prendeva medicine per dormire. Ecco perché penso ad un incidente".
E sull'ex governatore del Lazio: "Povero Marrazzo, lui non c'entrava niente con questa storia. Non aveva
nessuna colpa. Povere anche noi: dopo che la storia aveva preso una certa direzione, stavamo ricominciando tranquille. Ora, dopo quello che è successo... maledetto quel giorno".
Quanto ai video che sarebbero stati conservati nel computer di Brenda China dice di non sapere niente.  "Al massimo", continua China, "Brenda poteva avere delle fotografie che pero', lo so per certo, lei ha distrutto".



Guarda anche:
Brenda, la trans brasiliana coinvolta nel caso Marrazzo




 

Leggi tutto