Brenda, i vicini di casa: una persona "tranquilla e gentile"

1' di lettura

"Dopo la vicenda Marrazzo non l'ho vista cambiata". Così una 50enne che abita in via Due Ponti, accanto all'appartamento dove la transessuale è stata trovata morta, ricorda la viado brasiliana

Una persona "tranquilla e gentile". Così i vicini di casa descrivono Brenda, la transessuale coinvolta nel caso Marrazzo e trovata cadavere questa mattina nel suo appartamento di via Due Ponti, sulla Cassia.
Maria, una romena di 54 anni, la descrive come "una bella ragazza. Ci incontravamo la mattina presto quando io andavo a lavorare e lei rientrava con le amiche. Io le chiedevo sempre di trovarmi un lavoro fisso, come badante. Lei mi diceva che faceva il possibile".

Nessun rumore, niente confusione, in questo complesso residenziale formato da quattro palazzine di quattro piani ciascuna, abbarbicato su una collina, non lontano dal parco di Veio. I residenti sono nella stra grande maggioranza immigrati, soprattutto senegalesi. Alcuni di loro dicono di non aver mai visto Brenda ne' di averla sentita nominare.
La signora Maria, invece, spiega che "Brenda abitava nella quarta palazzina, al primo piano" rispetto al livello della strada. "Dopo la vicenda Marrazzo non l'ho vista cambiata", aggiunge Maria: "Quando oggi mi hanno detto che è morta mi è dispiaciuto tantissimo".



Guarda anche:
La casa dove Brenda è stata trovata morta. LE FOTO
Parla un'amica: l'hanno ammazzata
Luxuria: "Brenda non si è uccisa"
Il legale di Marrazzo: la sua morte è inquietante
Ferrero: "Qualcuno le ha voluto tappare la bocca"
Brenda, una persona "tranquilla e gentile". Il ricordo dei vicini

Brenda, la transessuale coinvolta nel caso Marrazzo
Aggredita la trans Brenda. (8 novembre)
La transessuale Brenda. LE FOTO


Leggi tutto