Il presidente Arcigay: la morte di Brenda faccia riflettere

1' di lettura

Aurelio Mancuso in una nota: "Tutta la vicenda si tinge ora dei colori scuri del dolore e della rabbia per chi cerca di far comprendere che con pochi e semplici provvedimenti migliaia di trans potrebbero non vivere più nell'emarginazione"

"Proprio nell'11esima Giornata mondiale del Transgender Day of Remembrance, che dall'assassinio di Rita Hester a Boston nel 1998, ricorda come siano profondi e diffusi i pregiudizi e le discriminazioni nei confronti delle persone transgender, si apprende che Brenda, persona transgender coinvolta nell'affaire Marrazzo, è stata trovata morta": è quanto sottolinea Aurelio Mancuso, presidente di Arcigay in una nota pubblicata sul sito.
"Questa coincidenza - dice Mancuso - dovrebbe far riflettere la politica, i mass media, l'opinione pubblica su come siano state umiliate in questo periodo le persone transgender, che purtroppo sono costrette in molti casi, soprattutto se non italiane e senza permesso di soggiorno, a prostituirsi".

"Tutta la vicenda si tinge ora dei colori scuri del dolore e della rabbia - aggiunge - per chi, come le associazioni di trans e di omosessuali, tutti i giorni cerca di far comprendere che, con pochi e semplici provvedimenti legislativi e azioni sociali, migliaia di persone trans potrebbero non vivere più nell'emarginazione e in preda alle organizzazioni criminali".
"Ci auguriamo che sia fatta presto luce su questa tragedia, che la Procura di Roma ha iscritto come omicidio volontario. Rimane il fatto che Brenda è l'ulteriore vittima di un'irresponsabile spettacolarizzazione di realta' complesse, trattate come sempre dai media per soddisfare audience e vendite di copie, in cui non si rispettano dignità, difficoltà, storie personali contrassegnate da discriminazioni e violenze di tutti i tipi" conclude Mancuso.



Guarda anche:

La casa dove Brenda è stata trovata morta. LE FOTO
Luxuria: "Brenda non si è uccisa"
Ferrero: "Qualcuno le ha voluto tappare la bocca"
Brenda, una persona "tranquilla e gentile". Il ricordo dei vicini

Aggredita la trans Brenda. (8 novembre)
La transessuale Brenda. LE FOTO


Leggi tutto