Caso Marrazzo, Natalie: "Non ero amica di Brenda"

1' di lettura

Lo ha detto la transessuale, coinvolta nella vicenda dell'ex governatore del Lazio, uscendo dalla sua abitazione di via Gradoli. E ha aggiunto: "Non ho mai conosciuto Brenda, non so se l'hanno uccisa"

"Sono tranquilla. Non ho paura di nulla perché non ho fatto nulla". Lo ha detto il transessuale Natalì, coinvolto nella vicenda Marrazzo, lasciando la sua abitazione di via Gradoli a bordo di un taxi. "Non ero amica di Brenda - ha aggiunto Natalì - non l'ho mai conosciuta. Non so se l'hanno uccisa". A chi gli chiedeva se si stesse recando in Questura, Natalì ha risposto: "No, sto andando dal mio avvocato".

Poi, intervistata al Tg2, ha parlato della possibilità della presenza di un secondo video di Marrazzo nel computer di Natalie.  "Non l'ho visto, sono cose che si dicono in giro, però nessuno sa la verità. Se il secondo video era sul computer di Brenda? Dicono di sì".



Guarda anche:

La casa dove Brenda è stata trovata morta. LE FOTO
Luxuria: "Brenda non si è uccisa"
Ferrero: "Qualcuno le ha voluto tappare la bocca"
Brenda, una persona "tranquilla e gentile". Il ricordo dei vicini

Aggredita la trans Brenda. (8 novembre)
La transessuale Brenda. LE FOTO


Leggi tutto