Roma: in un liceo scatta "l'anti-occupazione" dei professori

La protesta di alcuni studenti (foto d'archivio)
1' di lettura

All'istituto Morgagni, alcuni docenti si sono barricati dentro le aule per evitare che gli studenti potessero occupare le aule. I genitori mediano tra professori e allievi

Da tre giorni, una cinquantina di docenti si sono barricati dentro il liceo scientifico di Roma Morgagni, sbarrando la strada ai ragazzi per evitare il tentativo di occupazione. A raccontarlo, sono gli studenti del liceo, rimasti in assemblea nel cortile. Tra loro, anche alcuni figli degli stessi professori. L'ingresso, comunque, è vietato solo agli studenti: i genitori entrano ed escono dal liceo per mediare tra professori e ragazzi o per riportare i figli a casa. 
La decisione di gran parte degli insegnanti ha però provocato proteste. Nel mirino, "la strategia adottata dalla preside": "questa è privazione del diritto allo studio" ha detto un genitore. "Valuteremo le proposte che ci faranno i ragazzi, ma siamo contrari all'occupazione. Vogliamo salvaguardare la scuola" ha risposto una docente. Nel frattempo, il dirigente didattico ha telefonato ai genitori per avvertirli dell'insolita situazione che sta accadendo nel liceo romano.

Leggi anche:
Manifestazione Milano, scarcerati i due ragazzi arrestati
Università, la protesta degli studenti finisce in rete
Studenti in piazza, cortei e proteste

Leggi tutto
Prossimo articolo