Influenza A, 150mila persone vaccinate

1' di lettura

Aumenta il numero delle vittime del virus H1N1 in Italia, ad oggi sono 50. E, dopo le polemiche sul vaccino, il viceministro Fazio prende posizione: "E' sicuro, lo farò fare anche i miei figli"

Continua la campagna di vaccinazione contro il virus a, lunedì il ministero del Welfare prevede di finire la distribuzione alle regioni e di chiudere dunque la prima fase di guerra all'influenza H1N1. Ad oggi sono circa 150.000 le persone vaccinate e il piano delle regioni per somministrare l'antivirus continua a seguire il suo iter: prima le donne al secondo e terzo trimestre di gravidanza e le persone dai 6 mesi ai 64 anni appartenenti alle categorie a rischio per patologie preesistenti, con priorità assoluta per i bambini. Intanto le polemiche non si placano: diverse le posizioni di medici e sanitari: da una parte chi consiglia il vaccino, dall'altra chi lo avversa, così anche tra la gente le opinioni non appaiono concordi. per dare il buon esempio scende in campo anchje il viceministro Ferruccio Fazio, che ripete: "il vaccino non è pericoloso, vi dovete fidare di me, farò vaccinare anche i miei figli", assicura, ma dall'altra parte invece il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini, fa sapere: "Nonostante la gravidanza non farò il vaccino contro l'influenza A". E i dubbi rimangono.

Leggi tutto
Prossimo articolo