Caso Cucchi, disposta la riesumazione della salma

1' di lettura

La Procura di Roma intende eseguire nuovi accertamenti che dovranno chiarire l'origine delle ferite. Giovanardi chiede scusa alla famiglia per le sue dichiarazioni. A Milano la band inglese Massive Attack dal palco chiede "verità e giustizia per Stefano"

La Procura di Roma ha disposto la riesumazione della salma di Stefano Cucchi per eseguire nuovi accertamenti che dovranno chiarire l'origine delle ferite. La riesumazione avverrà nei prossimi giorni. Intanto si è appreso che gli indagati per il reato di omicidio preterintenzionale sono due o tre. I pubblici ministeri, Barba e Loy, anche nella giornata di oggi hanno continuato ad ascoltare alcuni testimoni.

Nella giornata di oggi, inoltre, sono arrivate le scuse alla famiglia da parte di Carlo Giovanardi. "E' giusto chiedere scusa quando ci sono dei fraintendimenti, specialmente quando ci sono delle sensibilità familiari, se i fraintemdimenti hanno offeso qualcuno" ha dichiarato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega alle politiche per la droga.

Il caso di Stefano, però, arrestato la sera del 15 ottobre scorso e deceduto nel reparto detentivo dell'ospedale Sandro Pertini la mattina del 22 ottobre, arriva anche sul palco di un concerto live.
A sorpresa, infatti, gli spettatori dello show della nota band inglese Massive Attack, in scena al Palasharp di Milano e alla Zoppas Arena di Conegliano (Treviso), il 7 e 8 novembre scorsi, hanno visto accendersi l'enorme schermo alle spalle del gruppo e comparire, tra le altre, la scitta "Verità per Stefano Cucchi".
La folle applaude, e il video fa il giro in Rete. GUARDA IL VIDEO

Intanto anche parlamentari di maggioranza e opposizione si sono mobilitati e hanno costituito il "Comitato per la verità su Stefano Cucchi".
Il Comitato, coordinato dal professor Luigi Manconi, è composto da Rita Bernardini, Emma Bonino, Stefano Ceccanti, Anna Paola Concia, Marcello De Angelis, Silvia Della Monica, Renato Farina, Paola Frassinetti, Guido Galperti, Guido Melis, Flavia Perina, Melania Rizzoli, Walter Tocci, Jean-Leonard Touadi.
Le prime attività del Comitato saranno l'apertura di un blog (veritapercucchi.altervista.org), una visita all'Ospedale Pertini, padiglione detenuti, la proposta alle commissioni giustizia di Camera e Senato di un'audizione dei familiari di Stefano Cucchi e la richiesta, infine, di effettuare un'indagine conoscitiva sulle frequenti morti di detenuti nelle carceri italiane.

Guarda anche:
Cucchi, nuovo appello dei familiari per la verità
Cucchi, scontri al corteo. La famiglia si dissocia
Caso Cucchi, gli utenti di Facebook scrivono a Napolitano
Stefano Cucchi, una arresto e 8 giorni per morire

Caso Cucchi, le foto choc
Cucchi, le ultime foto da vivo

Leggi tutto
Prossimo articolo