Omicidio nel Varesotto, l'anziana vittima aveva paura

1' di lettura

E' mistero sul movente del delitto. Si sa soltanto che l'82enne trovata sgozzata in casa con le mani mozzate temeva qualcosa. La pista più accreditata è quella di una rapina compiuta da uno squilibrato, finita in tragedia

E' mistero sul movente del delitto di Carla Molinari, l'82enne trovata sgozzata in casa con le mani mozzate e ferite su tutto il corpo. La pista più accreditata è quella di una rapina compiuta da uno squilibrato, finita in tragedia, ma non è ancora possibile stabilire se in effetti siano state rubate delle cose dall'abitazione. I vicini testimoniano comunque che la donna aveva paura: per questo, di solito, abbassava le serrande di casa molto presto quando si faceva buio. La sera dell'omicidio, invece, erano ancora alzate.

Leggi tutto
Prossimo articolo