Cocaina: ma quanto se la tira Milano?

Milano batte Londra per il consumo di cocaina
1' di lettura

Dopo il rapporto choc dell’osservatorio Europeo sulle droghe che mette la città in testa alle classifiche del consumo di polvere bianca, un viaggio tra chi non si nasconde. Parola di Facebook

di Luca Di Garbo

"L’ho sempre detto: chi va a Milano se la tira". E’ questa la sentenza di un anonimo internauta raccattata su Facebook. Dietro quello che può sembrare uno sfottò campanilista, si nasconde una battuta che rischia di rivelarsi verità. Non stiamo parlando di un’improbabile classifica sulle città più snob d’Italia, piuttosto del consumo di "bamba", "barella", "neve", "lady white". Per i non addetti ai lavori: cocaina. In questa speciale classifica Milano batte Londra, e di brutto: 9,1 dosi ogni mille abitanti contro le 6,9 consumate oltremanica.  Milano se la tira. Lo dice il Rapporto 2009 dell'Osservatorio europeo sulle droghe, che oltre ad avere scatenato le reazioni del mondo politico già scosso dal caso Marrazzo ha riacceso i riflettori sui giochi proibiti della capitale economica d’Italia. Chi non è abituato a tastare il polso alle tendenze della metropoli potrebbe pensare sia fantascienza, in realtà il fenomeno appare meno sommerso di quanto si possa pensare.


Su Facebook, ad esempio, se ne discute sul gruppo di “tutti quelli che per divertirsi non hanno bisogno di cocaina”, creato da Elisa per capire se sia lei “l’unica deficiente che riesce a divertirsi senza usare cazzate varie”. A giudicare dai commenti dei 18mila membri, sembrerebbe questo il baluardo di pochi virtuosi contro una massa viziosa sempre più invadente. “Spesso mi sono trovata in difficoltà perché circondata da questa gente”, scrive Simona, “mi chiedevo come mai non riuscivo a divertirmi, poi mi sono accorta che erano tutti fatti”. Giulia aggiunge: “pensavo di essere la sola che si riesce a divertire senza droghe, mi rincuora costatare che ancora siamo in molti”.


I sostenitori della polvere bianca su Facebook sono ovviamente più discreti, anche se non mancano gruppi come “Cocaina”, 282 membri, dove ci si diverte a gridare gli slogan più creativi e deliranti: “adoro andare in settimana bianca” firmato Veronica. Oppure: “con il sole e con il vento si pippa ogni momento”, o ancora “vento poco, altrimenti la bianca vola” e il classico “più la mandi giù e più ti tira su”.
Il  rapporto, presentato ieri a Bruxelles, dice tra l’altro che oltre 13 milioni di europei hanno provato cocaina nella loro vita. Di questi, 7,5 milioni sono giovani tra i 15 e i 34 anni, anche se, a giudicare dal contesto, c’è chi teme che potrebbero essere molti di più.

Leggi tutto