Influenza A, 17 vittime. Fazio: Non affollate ospedali

1' di lettura

E' salito a 17 il numero dei morti per il virus in Italia, dopo il decesso di una bambina di 11 anni di Bolzano e quello di altri 2 a Napoli. E il viceministro alla salute rassicura: rischi limitati, niente panico

Dopo oltre di una settimana di ricovero ad innsbruck è morta, per complicazioni polmonari e cardiache, la bambina di 11 anni di Bolzano a cui era stato diagnosticato il virus dell'influenza A. A Torino è morta una donna obesa di 25 anni ed a Roma è deceduto un bambino di 10 anni ricoverato al San Pietro con una pleurite batterica. Il bilancio si aggrava ma la nuova influenza resta lieve, le vittime sono poche, non esiste alcun caso Campania e l'appello ai cittadini, del vice ministro alla Salute Fazio, è quello di non intasare gli ospedali. La mortalità in Italia è più bassa che nel resto d'Europa, assicura Fazio, il picco della diffusione si avrà a cavallo con il nuovo anno e sono i bambini quelli più contagiati, ma sono le persone con malattie croniche e le donne incinta che vanno vaccinate quanto prima. Entro la fine di novembre nel nostro Paese ci saranno 6 milioni di dosi disponibili.

 Guarda anche: 

Il punto della situazione di Fazio a Palazzo Chigi
Fazio: l'influenza stagionale è molto più aggressiva

A Napoli la 12esima vittima della pandemia: è una bambina di 11 anni
Influenza A, antivirali tra business e bugie
Influenza A, il vaccino sarà davvero efficace
Se l'influenza A diventa un business

Leggi tutto
Prossimo articolo