Influenza A: ancora una vittima

1' di lettura

E' un medico di 37 anni affetto da patologie pregresse e ricoverato nella Rianimazione dell'Ospedale di Salerno "San Giovanni Di Dio" e "Ruggi d'Aragona" l'ultima vittima del virus H1N1. Fazio rassicura: rischi limitati

Un medico di 37 anni che aveva patologie pregresse è morto nella Rianimazione dell'Ospedale di Salerno "San Giovanni Di Dio" e "Ruggi d'Aragona". E' il primo decesso collegato all'influenza AH1N1 fuori da Napoli.  L'uomo era sottoposto a dialisi.  La nona vittima del virus A H1 N1 in Campania proveniva da Altavilla Silentina, un piccolo centro ad una cinquantina di chilometri dal capoluogo.

Salgono quindi a 17 i morti in Italia per l'influenza A, di cui due bambini, a Pompei e Bolzano, più un terzo non confermato a Roma. Gli ospedalizzati sono trenta. La paura cresce, i pronto soccorso sono presi d'assalto. Per contrastare la crescente paura nei confronti del virus il governo mette a punto una nuova strategia. Il viceministro alla Salute Ferruccio Fazio ammette la pandemia, ma spiega che la nuova influenza è "lieve" e invita i cittadini a non intasare gli ospedali, bensì contattare i medici di base. Per il ministro neppure in Campania la situazione è preoccupante. Il picco dell'influenza arriverà a gennaio. A dicembre partirà la vaccinazione per i bambini più piccoli, consigliata anche per le donne incinte.

Guarda anche:
Influenza A, ogni giorno un bollettino del governo

L'Italia impreparata contro la pandemia
A Napoli la 12esima vittima della pandemia: è una bambina di 11 anni
Influenza A, antivirali tra business e bugie
Influenza A, il vaccino sarà davvero efficace
Se l'influenza A diventa un business

Leggi tutto
Prossimo articolo