Audio choc dal carcere di Teramo

1' di lettura

Il comandante della polizia penitenziaria di Teramo ha ammesso di essere il protagonista della registrazione audio con frasi shock su un presunto pestaggio ai danni di un detenuto. Sul caso è in corso un'inchiesta

"Abbiamo rischiato una rivolta perché il negro ha visto tutto. Un detenuto non si massacra in sezione, si massacra sotto...". Parole dal carcere di Castrogno a Teramo, parole registrate all'interno di uno degli uffici degli agenti di polizia penitenziaria. Frasi spaventose impresse in un nastro. Ora questo audio è nelle mani della Procura della Repubblica di Teramo che ha aperto un'inchiesta sulla vicenda. Sono parole che raccontano di un "pestaggio" ai danni di un detenuto, quasi come fosse la "prassi", un episodio che rientra nella "normalità" della gestione del penitenziario.

Guarda anche:
Caso Cucchi, familiari accusano: ospedale responsabile
Il padre di Stefano: lo Stato deve rispondermi
Caso Cucchi, le foto choc
Il suicidio in carcere della neobrigatista Diana Blefari

Leggi tutto