Racket delle pompe funebri, arresti a Caserta

1' di lettura

In carcere uomini vicini ai Casalesi. Avevano creato un vero e proprio cartello che gli consentiva di monopolizzare il mercato in tutta la provincia. In manette anche due centralinisti dell'ospedale di Santa Maria Capua Vetere

Arresti a Caserta. L'operazione, condotta dai carabinieri della città campana, riguarda alcuni impesari e titolari di pompe funebri legati ai Casalesi. Gli arrestati avevano creato un vero e proprio cartello, anche mediante violenze e minacce verso altre agenzie, che gli consentiva di monopolizzare il mercato in tutta la provincia. Tra gli arrestati anche due centralinisti dell'ospedale di Santa Maria Capua Vetere, che avvertivano dei decessi gli altri indagati, permettendo così il protrarsi dell'attività illecita.

Leggi tutto
Prossimo articolo