Corona: "Io in carcere, ricattatori Marrazzo liberi"

1' di lettura

Requisitoria, nell'ambito dell'inchiesta Vallettopoli, del pm che chiederà la condanna per l'uomo dello spettacolo e il suo braccio destro, il fotografo Marco Bonato

A Milano è ripreso il processo a carico di Fabrizio Corona, accusato di estorsione e tentata estorsione per presunti 'fotoricatti' ai danni di alcuni vip nell'ambito dell'inchiesta Vallettopoli. Prevista per oggi la requisitoria del pm, che chiederà la condanna per l'uomo dello spettacolo e il suo braccio destro, il fotografo Marco Bonato. Fuori l'aula del tribunale Corona ha commentato con amarezza anche il caso Marrazzo: "Io sono stato in carcere, mentre i ricattatori del video Marrazzo sono liberi".

Dopo le dichiarazioni di Corona arriva la replica dell'agenzia Photomasi che in una nota precisa: "Adottiamo metodi di vendita ben diversi da quelli utilizzati da Fabrizio Corona. Siamo estranei a ricatti o qualsiasi tentativo di estorsione nei confronti di Marrazzo"

Leggi tutto