Marrazzo, cinquemila euro per un incontro col trans

1' di lettura

Le dimissioni forse in giornata. Dall'inchiesta emergono nuovi particolari scottanti. Il Gip: piano preordinato per conflitti illeciti. Accertamenti bancari dovrebbero chiarire i dettagli sui pagamenti

Parla di quadro indiziario di assolutà gravità il gip del tribunale di Roma che ha disposto la custodia cautelare in carcere per i quattro carabinieri accusati di estorsione ai danni del presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo. Nell' ordinanza il giudice spiega che la somma pattuita per la prestazione sessuale con il trans era di 5.000 euro, e che Marrazzo avrebbe pregato i militari di non fare nulla che potesse comprometterlo in considerazione della sua posizione e che li avrebbe ricompensati. I quattro carabinieri avrebbero posto in essere un piano preordinato.

Leggi tutto
Prossimo articolo