Ragusa, un morto tra i 300 migranti in balia delle onde

1' di lettura

E' stato raggiunto dalle unità italiane il barcone di clandestini da due giorni nel Canale di Sicilia in tempesta. A bordo dell'imbarcazione, giunta nel porto di Pozzallo, le forze dell'ordine hanno trovato anche un uomo senza vita

Alla fine sono arrivati nel porto di Pozzallo, in provincia di Ragusa, i 298 migranti, tra cui 46 donne e 29 bambini, da due giorni in balia delle onde del canale di Sicilia. A bordo della barca, con la quale hanno tentato la traversata del Mediterraneo, gli uomini della Guardia Costiera italiana hanno trovato anche il corpo senza vita di un uomo. Ora le autorità italiane dovranno capire se altri migranti hanno perso la vita durante la traversata. Tre motovedette della Capitaneria di Porto hanno effettuato le operazioni di trasbordo, rese difficoltose dalle condizioni del mare forza 4. Dieci migranti, particolarmente provati, sono stati portati in ospedale.  Due degli scafisti che hanno organizzato il viaggio sono stati arrestati in Libia da uomini delle polizie italiana e libica. Nel frattempo s'è riaccesa la polemica tra Italia e Malta sulle relative competenze.

Leggi tutto
Prossimo articolo