Marrazzo lascia. Pd: scelta responsabile, Pdl: ora il voto

1' di lettura

Il Governatore del Lazio si autosospende e ammette: "Una debolezza della mia vita privata. Sono una vittima, non ci sono state interferenze nella mia attività" . Il giallo del secondo video. Restano in carcere i quattro carabinieri

Il presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo si è "autosospeso" dall'incarico, dopo l'arresto di quattro carabinieri che minacciavano di diffondere un video del Governatore in compagnia di un transessuale. Nella nota che spiega la sua decisione, Marrazzo ha ammesso che tutta la vicenda è frutto di debolezze private.
In un'intervista a La Repubblica il Governatore dice: "ho sbagliato, dovevo denunciare ma la paura...."
Il suo posto adesso è del vicepresidente Esterino Montino. Immediati i riflessi politici dello scandalo. "Atto di responsabilità" dice delle dimissioni il Pd. Elogiano la anche Idv e Udc. La maggioranza punta il dito contro un giornalismo e una politica fatti colpendo la vita privata.
Il giallo del secondo video . Restano in carcere i quattro carabinieri



Tutte le notizie sul "Caso Marrazzo"
GUARDA LA FOTOGALLERY

Leggi tutto