Bomba a Milano, l'attentatore disposto a collaborare

1' di lettura

E' stato sentito per circa due ore dal pubblico ministero, Mohamed Game, il libico che ha tentato di farsi esplodere davanti a una caserma dell'esercito di Milano. Avrebbe fornito elementi ultili alle indagini

E' stato sentito per circa due ore dal pubblico ministero, Mohamed Game l'attentatore libico che ha tentato di farsi esplodere davanti a una caserma dell'esercito di Milano. Avrebbe fornito elementi ultili alle indagini. Già nel corso del primo interrogatorio dopo l'uscita dal coma farmacologico, Game aveva confermato d'aver innescato personalmente l'ordigno fabbricato in modo rudimentale utilizzando nitrato d'ammonio, un fertilizzante, mescolato con altre sostanze. Difficile sarebbe stato, del resto, ammettere il contrario, giacché il libico nell'esplosione ha perso il braccio.

Leggi tutto
Prossimo articolo