Accordi Mafia-Stato, Mori "smonta" l'ipotesi papello

1' di lettura

L'ex comandante dei Ros, ora prefetto, ha affermato nel corso del processo a Palermo, nel quale è imputato, che mai ci furono patti con le cosche, smentendo quanto dichiarato dal Procuratore nazionale anti-Mafia Grasso

Il prefetto Mario Mori, respinge l'accusa di avere dato il via alla cosiddetta trattativa tra Stato e Mafia. L'ex comandante del Ros sotto processo a Palermo per favoreggiamento a Cosa nostra, ha reso dichiarazioni spontanee e affermando che "una trattativa del genere avrebbe implicato una resa vergognosa dello Stato a una banda di criminali assassini", di fatto smentisce il Procuratore nazionale antimafia Grasso che nei giorni scorsi aveva parlato apertamente di trattativa avvalorando l'ipotesi di un papello con le condizioni delle cosche.

Leggi tutto