Napoli, cinesi costretti a dormire in ripostigli e box

1' di lettura

Scoperto dalla Guardia di Finanza un dormitorio lager a Casalnuovo nel Napoletano. Un gruppo di immigrati di nazionalità cinese viveva in condizioni igienico sanitarie davvero precarie

Dormivano in ripostigli, sul ballatoio, in box in cartongesso angusti e senza il rispetto di norme igieniche: è così che cittadini cinesi vivevano nel Napoletano, a Casalnuovo, in un vero e proprio dormitorio che, insieme a circa 40mila prodotti contraffatti, è stato sequestrato dalla Guardia di Finanza. Il deposito di prodotti contraffatti e di articoli da regalo privi della prescritta marchiatura "ce" e delle indicazioni in lingua italiana imposte dalle vigenti norme a tutela dei consumatori, era riconducibile ad una cittadina di nazionalità cinese regolarmente soggiornante in Italia.

Leggi tutto