Nubifragio a Messina. 20 morti

1' di lettura

Frane, crolli, autostrade bloccate: il maltempo che ha colpito la Sicilia orientale ha creato ingenti danni. Il Consiglio dei ministri ha varato lo stato di emergenza. I geologi: disastro annunciato. GUARDA LE FOTO E SEGUI LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ALLUVIONE A MESSINA, L'ALBUM FOTOGRAFICO

GUARDA LE PREVISIONI DEI PROSSIMI GIORNI IN SICILIA

Un violento nubifragio si è abbattutto questa notte sulla Sicilia orientale e in particolare sulla provincia di Messina (leggi anche: Il racconto degli allagamenti su YouTube e Twitter) provocando almeno 18 vittime. Tanti i corpi recuperati, oltre i due avvistati in mare.
Diverse le case crollate a cause delle frane e degli smottamenti nelle zone più colpite: Scaletta Zanclea e Santo Stefano Briga, ma soprattutto Giampilieri, a 20 chilometri a sud di Messina, dove un costone roccioso è franato travolgendo alcune palazzine.
Le squadre dei soccorritori stanno scavando  nel fango alla ricerca dei dispersi che, al momento, sarebbero una ventina. Una nave delle capitanerie di porto ha trasportato una cinquantina di persone, diverse delle quali ferite, dalla costa messinese verso la città. Una quindicina i feriti fino ad ora  ricoverati al Policlinico di Messina: tra loro anche due ustionati a causa dello scoppio di una bombola di gas a causa della frana che ha travolto il paese di Scaletta.

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, da  Matera, dove si trova in visita, si è messo in contatto con il prefetto di Messina, Franco Alecci, per informarsi sulla situazione e il Consiglio dei ministri, riunitosi stamani, ha varato lo stato di emergenza per affrontare una situazione che il capo della Protezione civile Guido Bertolaso, giunto sul  posto, ha definito "molto seria e molto critica".
Il sindaco di Messina dice: "Situazione grave, abbiamo bisogno d'aiuto". I cittadini:"situazione idrogeologica disastrosa".
Il presidente dell'Ordine Regionale Geologi Sicilia, Gian Vito Graziano, intervistato da SKY TG24 parla di "situazioni   che erano già state segnalate e come al solito si corre ai ripari quando è troppo tardi". 

 

17.53 Sale a 18 il numero delle vittime recuperate fino ad ora. Lo ha reso noto l'unità di crisi istituita presso la Prefettura di Messina. Ricerche, ha detto il responsabile della Protezione Civile regionale Salvatore Cocina, sono in corso anche in mare.

16:40 Si aggrava il bilancio dell'alluvione a Messina. Sono 17 i morti finora accertati, secondo l'unita'
di crisi della prefettura di Messina. Il maggior numero di vittime, 10, nel villaggio di Giampilieri Superiore, altre 6 a Scaletta Zanclea e una a Briga Marina.

15:23 La Procura della Repubblica di Messina ha aperto un'inchiesta, allo stato conoscitiva e senza indagati, sulla "tragiche conseguenze" del nubifragio della notte scorsa. Il reato ipotizzato e' di disastro colposo. Lo ha confermato il procuratore capo Guido Lo Forte. "Abbiamo dato mandato, in prima battuta, ai carabinieri del comando provinciale - ha detto Lo Forte - di compiere tutti gli accertamenti per cercare di individuare le cause, anche pregresse, dell'accaduto". "L'apertura dell'inchiesta - ha sottolineato Lo Forte - e' un atto doveroso per verificare come si e' creata questa situazione che ha avuto tragiche conseguenze. Lavoreremo con scrupolo e competenza per risalire, se ci sono, a eventuali responsabilità e se ci sono state violazioni delle leggi".

14:23  L'unita' di Crisi della Prefettura di Messina ha reso noto che sono salite a 14 le vittime del nubifragio che la notte scorsa si e' abbattutto sulla citta' siciliana e nella provincia. Sarebbero invece ancora una decina, circa, i  dispersi.

13:40 E' tornato operativo dalle 12 il tratto fra Messina e Galati, sulla linea ferroviaria Messina-Catania. Ciò consente la ripresa del servizio ferroviario metropolitano. Lo comunica Ferrovie dello Stato.

13:10
Mercoledi' mattina il sottosegretario con delega alla Protezione civile Guido Bertolaso riferira'
alla Camera sui disastri provocati dal maltempo a Messina. Lo ha annunciato in aula il presidente della Camera Gianfranco Fini

13:09
"Le vittime accertate al momento sono 13 e ci sono 40 feriti". Lo ha detto il capo della Protezione civile Guido Bertolaso in Prefettura a Messina, segnalando come quella di Giampilieri sia "la situazione più grave e temiamo che ci siano altre vittime". Nel corso di una conferenza stampa, il capo della Protezione civile non ha potuto definire il numero dei dispersi segnalando che "ci sono tanti sfollati e che saranno alloggiati negli alberghi". Bertolaso ha poi detto che "i soccorsi sono stati tempestivi". Intanto la statale 113 è stata riaperta, "ma solo per i mezzi di soccorso", ha detto Bertolaso.

12:56  "E' un  disastro. C'e' fango ovunque. Solo qui da noi i morti sarebbero sei, ma mi dicono che il bilancio potrebbe salire". Sconvolto Mario Briguglio, il sindaco di Scaletta Zanclea, il comune del  Messinese travolto da una frana causata dal maltempo, descrive la drammatica situazione del paese.
"Due anni fa - aggiunge - era successa la stessa cosa: una  violenta alluvione ci aveva messo in ginocchio. Fortunatamente  allora non c'erano stati morti".

12:30 Vigneti distrutti, agrumeti inondati, strutture divelte. I danni per la campagna siciliana, flagellata ancora una volta dal maltempo, sono incalcolabili e si aggiungono a quelli subiti nei giorni scorsi . E' quanto afferma la Coldiretti siciliana che chiede che venga dichiarato lo stato di emergenza per il settore agricolo.

12:07 Le scuole a Messina sono state chiuse e le lezioni sospese per ordine sindaco della citta' Giuseppe Buzzanca dopo l'ondata di maltempo che sta colpento il capoluogo e la provincia.

12:05
Sale a 9 il bilancio delle vittime causate dal maltempo nel Messinese. Lo rende noto la Protezione Civile.

12:00
"La situazione e' molto seria, critica e difficile". Lo ha detto il capo della Protezione civile, Guido Bertolaso, appena giunto in prefettura a Messina per coordinare i soccorsi dopo l'alluvione della scorsa notte. "La situazione e' localizzata ma complicata da affrontare perche' ci sono due vallate strette e gli elicotteri non possono atterrare ed e' difficile raggiungere le zone colpite", ha aggiunto Bertolaso, che ha sorvalato in elicottero Giampilieri Superiore, Briga e Scaletta.

11.43 E' critica la situazione a Giampilieri superiore, frazione del comune di Messina, dove a causa del nubifragio delle ultime ore sono morti sepolti dal fango due uomini, diverse famiglie attendono i soccorsi sui tetti delle proprie abitazioni. Da quanto riferiscono fonti dei vigili del fuoco la frazione può essere raggiunta solo a piedi. Le vie d'accesso sono bloccate dai detriti e dal fango.

11.20 Sono finora quindici le persone ferite nell'alluvione che ha colpito Messina la notte scorsa e che sono ricoverate nel policlinico "Gaetano Martino" della citta' dello Stretto. Due di loro sono apparsi in condizioni gravi, mentre gli altri non destano particolare preoccupazione.

11.16 Il Consiglio dei Ministri ha dichiarato lo stato di emergenza per l'area di Messina. Lo ha comunicato il ministro degli Esteri Franco Frattini.

11.12 Secondo le informazioni comunicate dai primi soccorritori giunti a Giampilieri, un costone roccioso sarebbe franato travolgendo alcune palazzine sottostanti. Le squadre dei vigili del fuoco e della Protezione Civile stanno scavando nel fango per accertare la presenza di eventuali vittime.

11.10 Il Prefetto di Messina, Francesco Alecci, ha detto che il numero dei dispersi "e' ancora incerto". "Numerose zone di Giampilieri alta - ha spiegato - sono ancora isolate; gli elicotteri che stanno operando nella zona hanno tratto in salvo fino ad ora numerose persone con l'utilizzo dei verricelli". Secondo le informazioni diffuse stamani dal sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca, i dispersi sarebbero "una ventina"

11.06 E' stata riaperta in entrambe le direzioni di marcia la tratta Messina-Roccalumera lungo l'autostrada Messina-Catania. Lo rende noto la direzione del Cas (Consorzio autostrade siciliane), che precisa pero' che la tratta e' percorribile con restringimenti di carreggiata.

10.47 Sono sei le vittime causate dal maltempo in provincia di Messina. Lo rende noto la Protezione civile.

10.17 Sono finora 5 i morti accertati per l'alluvione che ha investito la notte scorsa Messina e la sua provincia provocando frane e crolli. Lo si apprende dall'unita' di crisi istituita in prefettura.

10.14 Secondo quanto riferito a Sky Tg24 dall'assessore alla protezione civile del comune di Messina Fortunato Romano, sarebbero cinque morti provocati dal nubifragio di satnotte.

9.57 E' sospesa da ieri sera la circolazione ferroviaria fra Messina e Santa Teresa Riva, sulla linea Messina- Catania. La forte ondata di maltempo che da ieri sta imperversando sull'Isola, ha causato smottamenti che si sono riversati sui binari in piu' punti della linea ferrata. I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana sono al lavoro per liberare la sede ferroviaria dai detriti. La contemporanea chiusura dell'autostrada e della Strada Statale non consente, a Trenitalia di attivare il servizio di autobus sostitutivi per i treni regionali. Per i viaggiatori dei treni a lunga percorrenza il trasferimento viene effettuato con bus tra Catania e Termini Imerese.

9.42 Negli ospedali di Messina i feriti per il maltempo arrivano via mare. E' il paradosso legato al traffico viario completamente bloccato che impedisce anche ai mezzi di soccorso di potere raggiungere le localita' dove devono operare. E' il sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca, a fare il "quadro drammatico della situazione". "Tutte le vie di collegamento sono bloccate - spiega - la citta' e' isolata da Catania perche' l'autostrada, la strada statale e la linea ferroviaria sono interrotte". "I malati e i feriti delle zone periferiche - rivela - li facciamo arrivare in un piccolo porticciolo e con mezzi navali sono trasportati nel porto di Messina e trasferiti negli ospedali". Per questo il sindaco di Messina lancia "un appello a medici, infermieri e volontari". "Se siete vicini alle zone del disastro - li invita Bazzanca - andate a soccorrere le persone che hanno bisogno che noi non possiamo ancora raggiungere"

9.17 Il capo del Dipartimento della Protezione Civile, Guido Bertolaso, e' in partenza per Messina per fare il punto della situazione con le autorita' locali dopo l'ondata di maltempo che ha investito la provincia nel corso della notte. In Sicilia e' gia' presente un team del Dipartimento e, prima di partire, Bertolaso ha tenuto una riunione operativa nella sede della Protezione Civile per mettere a punto gli interventi necessari per far fronte alla situazione.

9.15 "A noi risultano quattro morti ma sono cifre che, purtroppo, non sono definitive: ci sono tanti dispersie temiamo che il numero possa crescere". Lo dice ad Apcom, Salvo Cocina, il capo della protezione Civile regionale che si trova nel messinese per coordinare i soccorsi. Le vittime sarebbero a Giampilieri, Scaletta Zanclea e Briga. Le prime due vittime identificate sono Pasquale Bruno, 40 anni, travolto dal fango nella piazza di Giampilieri, e il pensionato Francesco De Luca, di 70 anni, annegato nello scantinato di casa. "Per ora siamo impegnati a prestare soccorso ai feriti e portarli al sicuro. Ma è una opera difficile perché molte aree non sono accessibili con i mezzi e bisogna andare a piedi. In alcune zone è pure difficile intervenire con l'elicottero". Nella zona di Messina la pioggia cade lentamente, ma il tempo è coperto. All'alba Cocina, con il prefetto di Messina ha sorvolato la zona con un elicottero della Guardia Costiera. "Si vedono fianchi di colline franati. Ci sono molte frane, alcuni piccole altre grosse che hanno fatto sparire strade ed hanno intasato la linea ferrata". Dall'unità di crisi della prefettura di Messina, pur confermando che `ufficialmente' i morti sono tre, affermano di aver avuto anche loro notizia di una quarta vittima. Intanto l'autostrada Messina-Catania è stata riaperta, ma solo al transito dei mezzi di soccorso.

9.10 Sono nove i feriti prelevati dalle zone costiere del messinese colpite dal maltempo e trasportati su un pattugliatore della Guardia costiera. L'imbarcazione e' stata mobilitato dalle Capitanerie di porto insieme a quattro motovedette e ad un elicottero per aiutare le popolazioni colpite. Tra i nove feriti, soccorsi dalla Guardia costiera, ci sono tre donne e tre bambini.

9.05 Scaletta Zanclea, Santo Stefano Briga e Giampilieri. Queste le zone del messinese, dove centinaia tra soccorritori, uomini della Protezione Civile e forze dell'ordine sono impegnati a scavare nel fango alla ricerca di dispersi. In queste zone sono stati recuperati tre corpi, quelli di due uomini e di una donna, morti dopo essere stati travolti dal fango provocato dal violento nubifragio della serata di ieri e della nottata. Sarebbero una trentina i feriti ricoverati in ospedale.

9.02 A Messina i soccorritori sono al lavoro per cercare una ventina di persone disperse: lo comunica il sindaco della città Giuseppe Buzzanca a Sky Tg24. "Stiamo cercando di capire, anche con l'uso dei cani, dove possano essere trovati" dice il sindaco. Intanto sulla città continua a piovere, il che rende le operazioni di soccorso più difficili: "Siamo ancora isolati da Catania, i soccorsi dono venuti da Palermo - continua il sindaco - sui posti più colpiti si arriva solo a piedi. Non siamo ancora riusciti a creare un varco per raggiungere il posto con le auto o i mezzi leggeri". Il sindaco fa un appello: c'è bisogno di volontari, soprattutto di medici, che diano una mano. La zona più colpita dal nubifragio e sepolta dal fango è quella a sud della città. "Tra poco convocherò un altro vertice per vedere le iniziative da prendere nell'immediato, per evitare che possa accedere il peggio. Abbiamo bisogno di volontari, soprattutto medici, anche nel circondario, che siano da noi disciplinati che possano darci una mano" conclude.

8.40 - Sarebbero 4 le vittime del maltempo nel messinese, ma il bilancio potrebbe aumentare nelle prossime ore. Il violento nubifragio che si e' abbattuto sulla Sicilia ha provocato crolli e allagamenti in un tutte le province dell'isola, ma le situazioni piu' critiche si registrano in diversi piccoli comuni della provincia di Messina: Giampilieri, frazione del capoluogo, Scaletta Zanclea e Santo Stefano Briga. Decine di persone sono state evacuate dalle loro abitazioni e hanno trovato riparo in scuole e caserme. A causa delle frane sono state chiuse la statale 114, l'autostrada A18 e il tratto ferroviario all'altezza di Giampilieri Scaletta. Gli uomini della Protezione Civile e i Vigili del Fuoco scavano tra i detriti alla ricerca di eventuali dispersi.

GUARDA LE PREVISIONI METEO DEI PROSSIMI GIORNI IN SICILIA

Leggi anche:
Buzzanca: "Situazione grave, abbiamo bisogno di aiuto"
I cittadini:"situazione idrogeologica disastrosa" 
La videogallery 

Guarda le fotogallery:
Maltempo, nubifragio a Messina
Palermo, nubifragio allaga la città

Leggi tutto