Messina, 4 morti per il maltempo

Messina
1' di lettura

Un nubifragio ha travolto il sud Italia questa notte, situazione critica nel messinese con paesi e frazioni isolate. Il bilancio provvisorio parla di quattro morti e diversi dispersi

L'assessore alla Protezione Civile  del Comune di Messina, Fortunato Romano, ha confermato che le vittime del maltempo sarebbero almeno quattro, anche se  il bilancio potrebbe ulteriormente aggravarsi. Altre venti  persone sono ricoverate in ospedale, mentre numerosi abitanti di  Giampilieri, Scaletta Zanclea e Santo Stefano Briga risultano dispersi.
Nella zona stanno affluendo squadre di soccorritori  dell'esercito, dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile.  Le frane e gli smottamenti hanno provocato inoltre la chiusura  dell'autostrada A18 Messina- Catania e della strada statale 114.

"La situazione e' pesante - dice il vice capo del  Dipartimento della Protezione Civile, Bernardo De Bernardinis -  in alcune zone sono caduti anche 220/230 millimetri di pioggia  in tre-quattro ore". De Bernardinis ha sottolineato che fin  dalla serata di ieri, quando e' stato intensificato l'allerta  meteo emesso nel pomeriggio, il Dipartimento e' rimasto in  contatto con le prefetture di Messina, Catania e Palermo e   nella notte un team di esperti del Dipartimento ha raggiunto il  centro operativo in prefettura a Messina, per coordinare l'invio  dei soccorsi dalle altre zone della Sicilia e delle altre  regioni.

Le situazioni piu' difficili, affermano al Dipartimento, sono  quelle di Scaletta  - dove i feriti sono stati portati via con  una motovedetta delle Capitanerie di Porto perchè l'univo modo  per arrivare al paese era via mare - Molino e Giampilieri. In  quest'ultimo comune si sono registrate diverse frane e anche  un'esplosione di gpl che ha causato crolli. Ancora isolato,  invece, Briga, in quanto i mezzi di soccorso non sono riusciti a  farsi largo tra le colate di fango.       

Scaletta, paese con poco piu' di 2.500 abitanti, e' tra i  comuni piu' colpiti dal nubifragio. Una palazzina e'  parzialmente crollata e per fortuna, secondo i carabinieri e la  protezione civile, non ci sarebbero feriti. Le motovedette della  Capitaneria di porto e della polizia stanno verificando una  segnalazione di una persona dispersa finita con la propria auto  in mare, travolta da un torrente in piena. A Giampilieri, sempre  nel messinese, un'altra auto e' uscita fuori strada finendo sui  binari, provocando l'interruzione del tratto ferroviario; un  treno proveniente da Catania e' fermo ad Ali' Terme.


VEDI ANCHE IL METEO

Leggi tutto