Parà uccisi, Giandomenico torna nella sua Lubriano

1' di lettura

L'intero Paese, in provincia di Viterbo, ha accolto il feretro di Pistonami, uno parà ucciso a Kabul. Il carro funebre era seguito da due pulmini dell'esercito con a bordo i familiari del militare e la fidanzata

Il feretro di Giandomenico Pistonami è arrivato a Lubriano, in provincia di Viterbo. Il carro funebre era seguito da due pulmini dell'esercito con a bordo i familiari del militare e la fidanzata. Il padre del parà ucciso indossava la giacca della divisa del figlio, con la quale ha seguito anche i funerali di Stato a Roma. La camera ardente è stata allestita nella casa dei genitori, mercoledì mattina si terrano i funerali in forma privata nella chiesa di San Giovanni Battista. Tanta la commozione in paese. E un fiume di gente dal pomeriggio ha iniziato a fare visita al feretro per l'ultimo saluto.

Leggi tutto
Prossimo articolo