"Pace subito", un urlo ai funerali dei caduti di Kabul

1' di lettura

"Pace subito, pace subito". Un uomo, subito allontanato dal servizio di sicurezza, è salito sull'altare della basilica di San Paolo fuori le Mura e si è impossessato dal microfono nel corso dei funerali dei parà uccisi in Afghanistan

"Pace subito, pace subito". Un uomo, subito allontanato dal servizio di sicurezza, è salito sull'altare della basilica di San Paolo fuori le Mura e si è impossessato dal microfono nel corso dei funerali solenni dei parà uccisi in Afghanistan. L'irruzione non ha disturbato i familiari delle vittime, impegnate nello scambiarsi il segno di pace come ordina la liturgia.

Leggi tutto