Aperta la camera ardente, l'Italia omaggia i morti di Kabul

1' di lettura

Sono arrivati su un C-130 i feretri dei 6 soldati caduti in Afghanistan. Ad accoglierli le massime autorità dello Stato. Le salme si trovano al Celio per ricevere il saluto pubblico. L'autopsia: morti sul colpo. Alemanno: un tricolore su ogni finestra

Scortati da un gruppo di motociclisti, i feretri dei sei paracadutisti italiani uccisi a Kabul sono stati trasportati dall'aeroporto di Ciampino, dove erano atterrati stamani accolti dalle massime cariche dello Stato (guarda il video di SKY TG24), all'ospedale militare del Celio, a Roma, dove è stata allestita la camera ardente per consentire l'omaggio pubblico alle salme. L'autopsia ha accertato che i nostri militari sono morti sul colpo in seguito all'esplosione nella capitale afghana dell'autobomba che ha sventrato i mezzi blindati che li trasportavano.

Afghanistan: le ultime notizie e i servizi di TG24

Guarda le fotogallery:

L'arrivo delle salme a Roma

Il saluto del piccolo Simone Francesco a suo papà

Kabul, il saluto dei commilitoni ai parà uccisi


GUARDA L'ALBUM FOTOGRAFICO

Leggi anche:
Strage Kabul, "sparati da italiani solo colpi in aria"

Strage Kabul, "la situazione resta ad alto rischio"

Attentato a Kabul, strage di italiani
I nomi, i volti, le storie dei sei militari morti
Lunedì funerali solenni e lutto nazionale
Il fratello di uno dei feriti: "Non è una missione di pace"

Leggi tutto