Marocchina uccisa, oggi l'autopsia. In carcere il padre

1' di lettura

Sono previsti oggi gli esami sul corpo di Sanaa Dafani, la 18enne marocchina uccisa a coltellate in un bosco di Montereale Valcellina. Dietro l'omicidio la relazione della ragazza con un uomo italiano

L'autopsia sul corpo di Sanaa Dafani spiegherà quale è stata la coltellata che l'ha uccisa. Se quelle ripetute sul corpo oppure quella finale che le ha tagliato la gola. Intanto dal carcere di Pordenone suo padre, El Ketawi Dafani marocchino di 45 anni, dovrà raccontare al giudice per le indagini preliminari perchè si è scagliato con tanta violenza sulla figlia di 18 anni uccidendola e sul suo fidanzato, Massimo Di Biasio, di 13 anni più grande ferendolo. L'accusa per lui è di omicidio pluriaggravato con l'aggravente della premeditazione.

Leggi tutto
Prossimo articolo