Segregava e violentava la moglie, arrestato marocchino

1' di lettura

A Bari un uomo di 30 anni è finito in manette dopo la denuncia di una ragazza barese di 25 anni, che ai carabinieri ha detto di essere stata costretta in casa a rapporti sessuali nonostante le sue precarie condizioni di salute

Un cittadino di origine marocchina di 30 anni è stato arrestato a Bari dai carabinieri con l'accusa di sequestro di persona e violenza sessuale ai danni della moglie, una ragazza barese di 25 anni. E' stata la stessa donna, ora ricoverata in ospedale per accertamenti, a chiedere l'intervento dei militari, ai quali ha detto che il marito l'avrebbe segregata in casa per un giorno intero chiudendo la porta dall'esterno con un lucchetto e avrebbe preteso da lei rapporti sessuali, nonostante le sue precarie condizioni di salute dopo una gravidanza.

Guarda anche:
Sanaa come Hina, la ragazza pakistana uccisa a Brescia perché innamorata di un ragazzo italiano

Leggi tutto
Prossimo articolo