Relitto Cetraro, Legambiente: 40 casi di navi sospette

1' di lettura

Il ritrovamento del relitto affondato al largo delle coste della Calabria. potrebbe riaprire le indagini sulle tante imbarcazioni scomparse negli anni '80 e '90 e che potrebbero aver abbandonato sui fondali del mare rifiuti tossici

Le navi dei veleni. Inchieste chiuse troppo frettolosamente e indagini mai correttamente approfondite. È questa l'accusa lanciata dal vicepresidente di Legambiente, Sebastiano Venneri, su un fenomeno mai chiarito fino in fondo e che risale agli anni '80 e '90, periodo in cui una quarantina di navi affondarono misteriosamente nel Mediterraneo. Il ritrovamento del relitto affondato a largo di Cetraro potrebbe riaprire il caso delle tante misteriose sparizioni di navi, spiega Venneri, che non hanno mai lanciato il may day, mentre gli equipaggi si sono stranamente volatilizzati.

Leggi tutto